SETTIMANA DELLA MODA, MILANO.

Organizza il tuo corso di italiano a Milano con Language AcademyInizia oggi.

Settimana della Moda, Milano

A partire dall’anno 1958 la città di Milano ospita il più importante evento della moda italiana, la Milano Fashion Week.



Milano è la capitale della moda italiana e si colloca tra le capitali della moda a livello mondiale. La maggior parte delle grandi firme italiane ha sede nella città meneghina, la quale ospita anche le boutique di numerose e prestigiose case di moda straniere.

 

Per concentrazione di gioiellerie, boutique e showroom di design ed arredamento, si distingue il cosiddetto “Quadrilatero della Moda”, zona centrale di Milano, delimitata da quattro strade famose per la presenza massiccia di negozi ed atelier delle griffe più importanti della moda internazionale. Esso è racchiuso tra le vie Monte Napoleone, Manzoni, della Spiga e corso Venezia, e composto inoltre da alcune vie interne (via Borgospesso, via Santo Spirito, via Gesù, via Sant'Andrea, via Bagutta).



Oltre a Milano, gli altri centri principali della moda italiana sono Roma, dove sorgono importanti case di moda di lusso e gioielli nonché dove grandi etichette internazionali hanno aperto le proprie boutique di lusso, e Firenze, dove si potrebbe dire che è nata la moda italiana, come vedremo più avanti.



Per ripercorrere la storia del successo della moda italiana, dobbiamo risalire all’anno 1906, quando la stilista, sarta e giornalista Rosa Genoni presentò all’Esposizione internazionale di Milano alcuni modelli ispirati all’arte del Rinascimento, con l’intento di individuare nel rapporto tra arte e costume la strada da percorrere per affrancare la moda italiana dal modello francese.



Negli Anni ‘20 un’altra giornalista, Lydia de Liguoro, lanciò una campagna a favore della collaborazione tra creazione, produzione e distribuzione, per esprimere l’originalità della moda italiana attraverso la valorizzazione delle tradizioni folkloristiche e delle lavorazioni artigianali.



L’anno 1936 portò con sé le sanzioni commerciali e la conseguente penuria di materie prime. Ciò diede ulteriore impulso alla ricerca di soluzioni innovative nell'utilizzo di materiali sostitutivi e sintetici, in particolare nella produzione di accessori e calzature, in cui si distinsero marchi della moda importanti ancora oggi.



Negli Anni ‘40, la moda italiana possedeva una lunga e solida tradizione artigianale, la garanzia della qualità dei materiali e della confezione, forza lavoro abbondante ed a basso costo, ossia tutte le caratteristiche richieste per potere soddisfare le richieste del crescente mercato americano. Nella nuova geografia internazionale della moda riuscì a farsi largo Roma. Gli abiti confezionati dalle più importanti sartorie romane, indossati dalle attrici dentro e fuori la scena, resero il cinema uno dei più efficaci strumenti di promozione della moda italiana.



Correva l’anno 1951 quando Giovanni Battista Giorgini organizzò nella propria residenza fiorentina, Villa Torrigiani, una sfilata alla quale si fa convenzionalmente risalire la nascita della moda italiana. Sulla passerella sfilarono creazioni sartoriali italiane di alcune tra le più importanti case di moda fiorentine, milanesi e romane.

 

Fu così che negli Anni ‘60, sulla scia dei successi raccolti nel decennio precedente, la moda italiana consolidò la propria fama internazionale grazie sia alle iniziative di firme note sia alle idee di giovani talenti. Nel 1962 venne ricostituita la Camera nazionale della Moda (era nata nel 1958 ma era rimasta poi inattiva). La grande novità del decennio fu rappresentata dall'affermazione dell’industria dell’abbigliamento confezionato in serie, che portò a maturazione il ciclo delle innovazioni introdotte nella seconda metà degli anni Cinquanta con l’introduzione delle taglie. Anche per il consumatore italiano nacque in tal modo un’alternativa alla produzione sartoriale. Le imprese che producevano abbigliamento si moltiplicarono e realizzarono consistenti investimenti.



Negli Anni ‘70 si diffuse il rifiuto dell’omologazione dei gusti che la standardizzazione della produzione di abbigliamento confezionato aveva imposto. Lo stilista Walter Albini fu il primo in Italia ad intuire che la risposta al cambiamento nei gusti e nei comportamenti di consumo di abbigliamento doveva orientarsi verso una maggiore personalizzazione del prodotto industriale, attraverso una collaborazione tra stilisti e industria. Albini scelse Milano per presentare le proprie creazioni disegnate per cinque diverse case di moda. Tale scelta di distacco dalle passerelle fiorentine fu condivisa anche da altri stilisti e segnò una svolta nella storia della moda italiana. Milano si affermò come una delle principali capitali internazionali della moda grazie a stilisti con spiccate doti imprenditoriali e manageriali del calibro di Albini, il quale a metà degli Anni ‘70 presentò una collezione maschile con il proprio marchio, affermandosi nuovamente come precorritore dei tempi.



Giunti negli Anni ‘80, la parola d’ordine era apparire: al centro c’era l’immagine, usata come mezzo di comunicazione, leva delle strategie di marketing nonché “filosofia” di comportamento espressa dal total look, uno stile coerente dalla testa ai piedi. Nelle strategie di crescita e di diversificazione delle imprese, tale trionfo dell’immagine ha trovato piena espressione nell’importanza assunta dal brand, quale segno distintivo indifferente alle qualità intrinseche del prodotto.



Negli Anni Novanta andò perso il concetto di tendenza estetica univoca. Moda diventò tutto ciò che creavano gli stilisti, moda diventò tutto ciò che si acquistava nelle boutique o nei grandi magazzini, purché soggetto ad una rapida obsolescenza. La moda continuò a creare personalità individuali ed a definire differenze sociali, ma le forme concrete che essa iniziò ad assumere cambiarono sempre più rapidamente e si mescolarono in combinazioni inedite e contraddittorie: il lusso povero, l’abbigliamento sportivo elegante, lo stile “chic-trasandato”.



Radicata nella tradizione italiana ed al tempo stesso di respiro internazionale, la moda italiana e la Settimana della Moda milanese attirano l’attenzione di ogni angolo di mondo. Scegli un Corso di Italiano a Milano per immergerti nel fermento creativo e nello spirito vivace e cosmopolita che si respira nel capoluogo lombardo. Con i nostri Corsi di Italiano a Milano potrai approfondire la lingua e la cultura italiana nell'atmosfera milanese, nata dall'intreccio tra storia e tradizione, innovazione ed imprenditorialità. La nostra scuola di italiano, Language Academy, ti invita a Milano, porta sulla cultura italiana ed al tempo stesso sul mondo della moda a livello globale.

Scopri il livello del corso di italiano

che fa per te:

Ricevi un Codice SCONTO via

e-mail per te e per un amico/a.

        Fai il test di italiano

        Controlla la tua casella

        e-mail

        Usa il Codice SCONTO           per iscriverti a un corso 

        di italiano (o di un'altra

        lingua) con un amico/a

Inizia il tuo corso

Sei interessato ai nostri servizi o rappresenti un'azienda o un ente alla ricerca di formazione linguistica in uno specifico settore professionale?

Indicaci quali sono i tuoi obiettivi e il tempo che hai per raggiungerli scrivendoci a:

info@languageacademy.it

Riceverai subito un riscontro e la nostra migliore proposta formativa.

Customer Services

Sei già un nostro studente o rappresenti un nostro cliente aziendale e hai bisogno di supporto? Contatta la nostra Segreteria Studenti a:

segreteria@languageacademy.it

Sicuramente troveremo insieme una soluzione. Siamo contenti di poterti aiutare.

Lavora con noi

Vuoi fare parte di un team in forte espansione, giovane e dinamico?

Se senti di essere in sintonia con la nostra Scuola di Lingue a Milano, inviaci il tuo CV a:

careers@languageacademy.it

Ti ringraziamo in anticipo del tuo interesse e ti contatteremo non appena ci sarà un'opportunità in linea con il tuo profilo professionale.

La nostra sede

Milano

T (+39) 02 2317 7149

Via Cimarosa 4 (ang. C.so Vercelli)

Citofono 3  |  Piano 6

______

Segreteria Studenti e Info:

LU>VE 9.00-13.00 + 15.00-19.30

SA 9.00-14.00

*Procedendo con l'invio di questo messaggio, capisco ed accetto l'informativa sulla privacy e la politica dei cookie di Language Academy.

ISCRIZIONI APERTE  >>>  Studi già con noi e rinnovi la tua iscrizione?  -10% per te, per sempre.

Per contribuire alla contenzione del Coronavirus, Language Academy ha convertito tutti i propri Corsi di Lingua a modalità VIDEOCONFERENZA di alta qualità. Sono stati ridotti prezzi e durata dei moduli di tutti i nuovi corsi, e la nostra sede fisica è temporaneamente non usufruibile.

ISCRIZIONI APERTE  >>>  Studi già con noi e rinnovi la tua iscrizione?  -10% per te, per sempre.

© 2008-2020 Language Academy Srls. Tutti i diritti riservati.

Via Cimarosa 4  |  Citofono 3 - Piano 6  |  Milano - Italia

CF / P.Iva IT08662790966