ORIGINI & STORIA DELLA LINGUA.

Per chi vuole andare oltre il solo corso di russo a Milano. Contattaci. Inizia oggi.

Origini della lingua russa

La lingua russa appartiene al gruppo delle lingue slavo-orientali. In epoca preistorica, la lingua degli slavi orientali costituiva un gruppo complesso e variegato di dialetti tribali, frutto di una commistione di elementi linguistici nati dall'incontro con lingue e culture di svariati popoli.

L’antico slavo ecclesiastico
 

La formazione della lingua russa risentì in una prima fase dell'influsso dell'antico slavo ecclesiastico. Tale lingua, appartenente al sottogruppo delle lingue slave meridionali, fu creata dai monaci Cirillo e Metodio, giunti in Moravia nell'anno 863 per evangelizzare i popoli slavi. Ai fini della cristianizzazione del principato di Moravia, essi tradussero alcuni testi sacri e crearono un alfabeto adatto alla nuova lingua, l’alfabeto glagolitico. La loro opera segnò così l’inizio della prima tradizione scritta slava. L’alfabeto composto da Cirillo venne utilizzato in Moravia fino all'anno 885 per finalità religiose e statali. In quel periodo, i due missionari fondarono l’Accademia della Grande Moravia, per l’istruzione dei loro seguaci. Alla fine del IX secolo uno studente di Metodio creò l’alfabeto cirillico, che durante il Medioevo sostituì quasi del tutto l’alfabeto glagolitico. L’antico slavo ecclesiastico esercitò una significativa influenza sulla lingua russa, che ne assorbì il sistema di scrittura, l'alfabeto cirillico.

 

Dalla diglossia al bilinguismo
 

Nell'antica Rus' di Kiev, il primo Stato russo formatosi nel X secolo, ed in seguito nella Moscovia tra Medioevo ed età moderna, era presente una situazione di diglossia, ossia di compresenza di due lingue delle quali una era considerata inferiore all'altra. Coestistevano dunque due sistemi linguistici: l'antico slavo ecclesiastico e l’antico russo. Il primo veniva utilizzato in ambito religioso, politico e culturale, mentre il secondo era la lingua comune del popolo analfabeta e veniva usata esclusivamente in forma orale. Erano dunque presenti un sistema linguistico dotto, legato alla tradizione scritta e mai utilizzato come mezzo di conversazione, ed un sistema non dotto, legato alla vita quotidiana.


Quando nel 988 il cristianesimo fu accolto come religione di Stato dal principe Vladimir, lo slavo ecclesiastico ottenne lo status di lingua di culto ufficiale, contrapponendosi al russo: la lingua sacra si oppose così alla lingua profana. Al fine di diffondere il cristianesimo, sorsero numerose scuole, nelle quali lo slavo ecclesiastico divenne la lingua insegnata. Non esistono invece tracce di una qualsiasi forma di insegnamento del russo.


Lentamente si passò dalla diglossia al bilinguismo, sistema all’interno del quale le due lingue erano considerate paritarie e svolgevano le medesime funzioni. Mentre l'antico slavo rimaneva immutato nel tempo, il russo era in costante evoluzione. 
 

In questo periodo, iniziò ad affermarsi progressivamente il russo scritto. Attorno alla metà del XVII secolo fu pubblicata la “Vita dell'Arciprete Avvakum scritta da lui stesso”, in cui l'autore narrava la propria vita scrivendo in russo, con l’intento di arrivare alla gente comune e rendere la propria predica comprensibile a tutti. A quel tempo il russo scritto non aveva ancora una codificazione, mentre lo slavo ecclesiastico continuava a rimanere cristallizzato nella sua antica codificazione tradizionale, che ormai non rispecchiava più la pronuncia reale. 


La riforma della lingua

 

Fu sotto il governo di Pietro il Grande che ebbe luogo la prima riforma della lingua russa. Influenzato dalla cultura dell'Europa occidentale, lo zar avvertì la necessità di una lingua scritta che corrispondesse alla realtà della lingua parlata ed incaricò una commissione di studiare una riforma nazionale dell'alfabeto. Negli anni 1708-1710 la commissione introdusse la cosiddetta scrittura civile, diminuendo il numero delle lettere e semplificando l’ortografia. La lingua divenne più democratica, accogliendo in sé tutti i possibili registri espressivi, dallo slavo ecclesiastico alle parole del popolo, dalle espressioni triviali a quelle di provenienza straniera, e si europeizzò. Inoltre, Pietro I fece istituire le prime stamperie, sottraendo al clero il monopolio della stesura di libri ed affrancando così la letteratura dalla sfera religiosa. Mentre lo slavo ecclesiastico andava progressivamente restringendo il proprio ambito unicamente a quello del culto, il russo era in continua espansione ed evoluzione. Unicamente per quest’ultimo si diffuse il modo di scrivere corsivo, il quale contribuì ulteriormente alla diffusione ed alla nobilitazione della lingua russa. In tale periodo di respiro cosmopolita ed illuminato, nacque il primo quotidiano scritto in russo e furono tradotti in russo molti testi stranieri.

Dopo la Rivoluzione d’ottobre
 

Un ulteriore passo che avvicinò il russo moderno a quello contemporaneo fu compiuto dopo la Rivoluzione d'ottobre, attraverso una semplificazione dell’ortografia con la riforma del 1918.


Gli eventi storici successivi disegnarono la geografia del russo che conosciamo oggi. La vittoria dell'Unione Sovietica nella Seconda Guerra Mondiale ed il suo ruolo nella Guerra Fredda fecero del russo una lingua di importanza internazionale. Grazie alla grande influenza politica dell'Unione Sovietica, il russo fu accolto tra le lingue ufficiali delle Nazioni Unite.

 
Fino a non molto tempo fa, il russo era studiato e conosciuto in tutti i paesi dell'Europa Orientale. Questi ultimi, sotto il regime sovietico ed il Patto di Varsavia, subirono una russificazione forzata a partire dal dopoguerra. Tuttavia, con la dissoluzione dell'Unione Sovietica alla fine del secolo scorso, le lingue orientali sono state sottoposte al processo inverso: un’accelerata derussificazione volta a rinforzare l’affrancamento da Mosca.


Oggi il russo è una delle lingue più parlate al mondo. Si stima che sia parlato da 180 milioni di persone come lingua madre e da altri 120 milioni come seconda lingua.

 

La lingua è un organismo vivente ed in continuo cambiamento. Language Academy, scuola di russo a Milano che organizza corsi di russo a Milano, è consapevole della continua evoluzione della lingua e delle sue infinite sfaccettature nate dalle innovazioni innestate nella tradizione. Tali sfaccettature possono essere utilizzate per raggiungere al meglio i propri intenti comunicativi solo se conosciute in profondità. Seguendo il nostro corso di russo a Milano, per te la lingua russa non avrà più segreti.

Scopri il livello del corso di russo

che fa per te:

Ricevi un Codice SCONTO via

e-mail per te e per un amico/a.

        Fai il test di russo

        Controlla la tua casella

        e-mail

        Usa il Codice SCONTO           per iscriverti a un corso 

        di russo (o di un'altra

        lingua) con un amico/a

Inizia il tuo corso

Sei interessato ai nostri servizi o rappresenti un'azienda o un ente alla ricerca di formazione linguistica in uno specifico settore professionale?

Indicaci quali sono i tuoi obiettivi e il tempo che hai per raggiungerli scrivendoci a:

info@languageacademy.it

Riceverai subito un riscontro e la nostra migliore proposta formativa.

Customer Services

Sei già un nostro studente o rappresenti un nostro cliente aziendale e hai bisogno di supporto? Contatta la nostra Segreteria Studenti a:

segreteria@languageacademy.it

Sicuramente troveremo insieme una soluzione. Siamo contenti di poterti aiutare.

Lavora con noi

Vuoi fare parte di un team in forte espansione, giovane e dinamico?

Se senti di essere in sintonia con la nostra Scuola di Lingue a Milano, inviaci il tuo CV a:

careers@languageacademy.it

Ti ringraziamo in anticipo del tuo interesse e ti contatteremo non appena ci sarà un'opportunità in linea con il tuo profilo professionale.

La nostra sede

Milano

T (+39) 02 2317 7149

Via Cimarosa 4 (ang. C.so Vercelli)

Citofono 3  |  Piano 6

______

Segreteria Studenti e Info:

LU>VE 9.00-13.00 + 15.00-19.30

SA 9.00-14.00

*Procedendo con l'invio di questo messaggio, capisco ed accetto l'informativa sulla privacy e la politica dei cookie di Language Academy.

L'intera attività della scuola è TEMPORANEAMENTE SOSPESA. Per contribuire alla contenzione del Coronavirus, Language Academy ha convertito tutti i propri Corsi a modalità VIDEOCONFERENZA di alta qualità, e la nostra sede fisica è attualmente NON usufruibile.

© 2008-2020 Language Academy Srls. Tutti i diritti riservati.

Via Cimarosa 4  |  Citofono 3 - Piano 6  |  Milano - Italia

CF / P.Iva IT08662790966